ROMANESQUE >> a BUCK-TICK unofficial site

MEMBERS  ★  HISTORY  ★  WORKS  ★  MEDIA  ★  NETWORK  ★  CLEAR


  History

LA FORMAZIONE...
La storia della band ebbe inizio nel 1983, con la folle idea di Hisashi e Yutaka di formare una band senza neppure saper suonare uno strumento. In quegli anni i membri di quella che in seguito sarebbe diventata una delle band più famose e longeve della scena musicale giapponese frequentavano tutti, ad esclusione di Toll (che faceva già parte di un'altra band chiamata SPOTS), la SCUOLA SUPERIORE PUBBLICA DI FUJIOKA, nella prefettura di Gunma, e nessuno di loro aveva mai preso in mano uno strumento musicale. Fu dopo aver conosciuto Hide, che il progetto della band, da Hisashi e Yutaka tanto sognato, cominciò a prendere forma. Una prima proposta di Yutaka vedeva Hide come possibile vocalist della futura band, ma questi rifiutò preferendo assumere il ruolo di chitarrista. Anche Hisashi aveva però puntato sul ruolo di chitarrista e fu così che i tre decisero che la band avrebbe avuto due chitarristi e che intrapresero le loro giornaliere esercitazioni per imparare a suonare.
In seguito, a questi tre volenterosi e appassionati giovani studenti se ne aggiunse un quarto come batterista: era Atsushi, compagno di classe di Hisashi, che molto presto sarebbe diventato il grande e carismatico front-man del gruppo. A questo punto, mancava solo il cantante: si fece avanti Araki (i BUCK-TICK non hanno mai voluto divulgare il suo nome completo), un ragazzo di cui Hisashi era stato amico sin dai tempi delle elementari.
Fu così che Hisashi, Atsushi, Yutaka e Hide iniziarono la loro avventura in un mondo che presto sarebbe diventato il loro.

GLI INIZI...
Ben presto Hisashi propose il primo nome per la band, ovvero HINAN GO-GO (非難 GO-GO). 非難 hinan è una parola giapponese che significa 'critica', quindi la traduzione completa del nome del gruppo potrebbe essere 'critiche a tutto andare', un nome molto ribelle e fuori dalla norma per quel periodo e allo stesso tempo molto significativo se si pensa alle prime tendenze musicali ed estetiche della band.
Già dal 1984 gli HINAN GO-GO fecero la loro prima esibizione in un festival amatoriale chiamato LITTLE ROCK, in cui si presentarono con tre cover degli Stalin (una punk band giapponese) e che li incoraggiò nel continuare su quel sentiero che era la carriera musicale. Decisero, però, di aspettare che tutti i componenti della band si diplomassero, prima di tentare seriamente la scalata al successo (il che avrebbe significato trasferirsi tutti a Tōkyō).
In realtà, Hisashi e Atsushi si trasferirono prima degli altri, subito dopo il loro diploma (1984), dato che Hisashi era stato accettato in una scuola di design e Atsushi aveva trovato un impiego in un autosalone. Fu in questo periodo che Hide compose la primissima canzone per il gruppo, intitolata Freaks (o Soldier), canzone con cui gli HINAN GO-GO si esibirono più volte e che in seguito venne venduta ad un'altra band per 500 Y (oggi corrispondono a 3,10 € circa, ma all'epoca dovevano valere una discreta sommetta).

BAKUCHIKU...
Nell'estate del 1984, Hisashi decise di cambiare il nome della band in BUCK-TICK, nome alquanto particolare e ambiguo, dato che viene pronunciato alla giapponese bakuchiku ('dinamite'), ma viene scritto con l'apparentemente insignificante inglese BUCK-TICK. Il cambiamento del nome venne annunciato durante un concerto della band e sotto questa nuova insegna, Hisashi compose la sua prima canzone per il gruppo Plastic Syndrome, oggi conosciuta come Plastic Syndrom Type II.
Come BUCK-TICK si esibirono per la prima volta verso la fine del 1984 nella manifestazione POPCON, che fu sponsorizzata dalla Yamaha, in cui il gruppo suonò le proprie canzoni.

ASSESTAMENTO...
I BUCK-TICK ebbero il loro live di debutto il 4 agosto 1985 allo Shinjuku Jam di Tōkyō. La band era povera come lo erano le molte altre band che allora cercavano di sfondare nello stesso periodo, tanto che persino i biglietti per il loro live erano stati realizzati a mano. Quello fu l'ultimo concerto di Araki, perché, qualche tempo dopo, Hisashi decise di sostituirlo, dato che non si adattava all'immagine dei BUCK-TICK che lui aveva in mente. Fu molto difficile per lui dirlo ad Araki, che era stato sin da bambino suo amico e che aveva condiviso con lui l'appartamento di Tōkyō. Un giorno, però, mentre la band sedeva a bere in un bar, Atsushi se ne uscì con l'argomento e con grande sorpresa di tutti Araki confessò di pensarla nel loro stesso modo.
Con l'abbandono di Araki, la band si trovava a dover fare i conti con la mancanza di un vocalist. Per primo si mosse Atsushi, che andò a parlare con Yutaka, e poi anche con Hisashi, della sua intenzione di assumere il ruolo di cantante.
Hisashi si mostrò inizialmente contrario, dato che non aveva neanche mai sentito Atsushi cantare, ma in seguito decise di fare un incontro per discuterne con gli altri membri della band. In questo incontro, Atsushi mise in chiaro quanto fosse forte il suo desiderio di cantare, ma la band si chiese chi lo avrebbe poi sostituito alla batteria. Yutaka sostenne il desiderio di Atsushi, suggerendo come nuovo batterista suo fratello Toll. Hisashi e Hide si lasciarono così convincere, affidando a Yutaka il compito di convincere Toll ad unirsi ai BUCK-TICK.
Con molta fatica e solo dopo molte insistenze Yutaka riuscì a convincere suo fratello, che nel novembre del 1985 si unì alla band come batterista. La band era adesso di nuovo completa. Le prove cominciarono immediatamente e la nuova formazione esordì quindi il 4 dicembre, di nuovo allo Shinjuku Jam di Tōkyō.

LA SCALATA...
Nel 1985 i BUCK-TICK si trasferirono a Tōkyō e cominciarono a diventare popolari nella scena musicale metropolitana, divenendo una vera e propria indie band. Con non poche difficoltà (soprattutto economiche), il 18 maggio riuscirono a registrare il loro primo demo contenente quelle che loro ritenevano essere le canzoni migliori: Plastic Syndrome II (conosciuta oggi come Plastic Syndrome Type II), To Search, One Night Ballet e Secret Reaction.
Il 28 giugno 1985 a Shibuya vennero notati da Sawaki Kazuyo, che propose loro un contratto presso la casa discografica della Tayō Records, con la quale il 21 ottobre dello stesso anno realizzarono il loro primo singolo, To Search, e cominciarono a diventare sempre più popolari nell'ambiente indie. Nel novembre 1985 venne anche stampata la prima newsletter del loro fanclub dal titolo Full Volume.
A questo punto, la loro popolarità cominciò ad aumentare sempre più. Il 1 aprile 1987 uscì il loro primo album, in CD e in vinile, intitolato Hurry Up Mode. Quello stesso anno il produttore Tanaka Junichi della Victor Records si interessò alla band e, dopo averne discusso insieme, i BUCK-TICK decisero di firmare un contratto con questa importante etichetta, il che consentì loro di farsi strada nella scena musicale major giapponese.
Sotto la Victor la band ha in seguito realizzato tantissimi album, che la resero sempre più popolare.

LA STASI...
Purtroppo, però, l'attesissimo Taboo Tour, che si sarebbe dovuto tenere nella primavera del 1989 fu interrotto da uno spiacevole evento: il 21 aprile Hisashi venne trovato in possesso di LSD. I BUCK-TICK interruppero tutte le attività e non si sentì parlare di loro per qualche mese, fino al 17 luglio, giorno del processo. Quello stesso mese Hisashi venne scagionato e venne organizzata una conferenza stampa in cui il chitarrista porse pubblicamente le sue scuse ai fan, in particolare a coloro che non avevano potuto assistere alle performance precedentemente cancellate.
Ad ottobre, superate le difficoltà del momento, i BUCK-TICK tornarono sulla scena dando il via alle registrazioni del nuovo album Aku no Hana, alla cui uscita seguì, nel maggio del 1990, un attesissimo nuovo tour che ebbe date in tutto il paese. I BUCK-TICK tornavano nuovamente alla ribalta della scena rock giapponese.

LA SVOLTA...
L'uscita dell'album Kurutta Taiyō il 21 febbraio del 1991 segnò la prima importante svolta stilistica della band, tanto che si potrebbe pensare all'inizio di una nuova era per i BUCK-TICK. Da quel momento Hisashi iniziò ad usare alcune sperimentazioni e a fare molto più affidamento sulla chitarra midi e sulle distorsioni e il sound della band andò sempre più espandendosi sull'onda delle influenze occidentali del distortion-rock. Nel frattempo Atsushi cominciava ad usare meno l'inglese, focalizzandosi sempre più sul giapponese, e i suoi testi andavano via via facendosi sempre più poetici e più complessi, probabilmente di conseguenza a due avvenimenti che hanno profondamente segnato la sua vita (la morte della madre e il primo matrimonio). Da allora la loro musica andò facendosi sempre più seria, dimostrando una maturità e una sensibilità sviluppatissime. I BUCK-TICK erano musicalmente divenuti "adulti".
In seguito, nel 1995, la band decise di abbandonare la Victor, che li stava rendendo sempre più insoddisfatti, probabilmente a causa del fatto che la casa discografica aveva deciso di realizzare un album compilation, Catalogue 1987-1995, per tutti coloro che apprezzavano le "hits" dei BUCK-TICK ma che non si sentivano abbastanza interessati al gruppo per comprare altri loro album. Nel 1997 segnarono quindi un contratto con la Mercury Music, sotto la quale rimasero fino al 2000, realizzando parecchi altri album e singoli.

OGGI...
Dopo più di vent'anni, i BUCK-TICK, ora sotto la casa discografica major della BGM, sono ancora una delle rock band più popolari e apprezzate del Giappone, tanto che è stato loro ultimamente dedicato persino un album tributo. Inoltre, da qualche anno, i membri della band si stanno dimostrando attivi anche su altri fronti: tra progetti solisti e collaborazioni con altri musicisti e artisti non si fermano mai e continuano a mettersi in gioco, dando prova di un'inesauribile creatività e di una ricca artisticità.



Copyrights 2004-2009 © ZAN
Part of  AMNIOTIC-DREAM.NET and AMIS